TikTok, l’ormai conosciutissimo social network cinese, dopo aver acquisito il principale avversario (Musical.ly), ha conquistato quasi un miliardo di utenti.

TikTok è il social – non più tanto nuovo – che sta crescendo a dismisura, coinvolgendo milioni di utenti a colpi di Duets e Challenges. L’impatto iniziale ha coinvolto principalmente ragazzi di giovane età, ma visto il successo anche gli adulti iniziano ad avvicinarsi al trend del momento, raggiungendo a loro volta migliaia di followers in pochissimo tempo.

Già, perché con questa piattaforma i famosi “minuti di celebrità” che tutti avremo almeno una nella vita, pare si siano avvicinati parecchio.

Ma cos’è TikTok?

È un’app nella quale creare e condividere video di massimo 1 minuto, cantando in playback, ballando e recitando.

TikTok nasce in Cina nel 2016 ad opera della ByteDance, oggi conta quasi un miliardo di utenti attivi ed è disponibile in 75 lingue in 150 Paesi. Nel settembre 2018, dopo aver acquisito la rivale Musical.ly, è diventata l’app più scaricata negli Stati Uniti. Un successo incredibile reso possibile sia dalle maggiori risorse di ByteDance sia dall’algoritmo di questo social network.

Secondo i recenti dati Digidaygli utenti di TikTok italiani sono oltre 2,4 milioni, prevalentemente teenager e per il 65% donne. Mediamente l’app viene utilizzata per 34 minuti e le visualizzazioni mensili dei video ammontano a 3 miliardi.

Se in altri social è più difficile farsi notare, su TikTok la popolarità è alla portata di tutti e l’algoritmo è costantemente alla ricerca di nuove clip sulla base dei comportamenti e delle preferenze degli utenti.

La ricerca di qualcosa di nuovo, divertente e immediato, ma soprattutto lontano dal mondo Facebook, ha dato forte impulso allo sviluppo di questa app raggiungendo cifre da capogiro. Clip musicali, stacchetti e sketch rendono questa piattaforma vicina alla realtà dei giovanissimi. Gli ultimi dati a nostra disposizione, infatti, dimostrano che la maggior parte degli utenti di questo social network avrebbero principalmente dai 16 ai 24 anni.

Negli ultimi tempi, però, anche i cosiddetti non nativi digitali sembrano approcciarsi e divertirsi con le challenge del momento presenti nel social media.

Il punto centrale quindi sembra essere l’intrattenimento, in grado di tenere incollati allo smartphone gli utenti in modo frenetico, tanto da accedervi in media 43 volte al giorno!

L’editing video come arma segreta

Al contrario di piattaforme come Facebook e YouTube, infatti, TikTok mette a disposizione una gamma di strumenti per il montaggio e l’editing dei video facili da utilizzare, che rendono gli utenti subito protagonisti valorizzando la creazione di contenuti.

TikTok permette di creare videoclip musicali attraverso la fotocamera frontale dello smartphone ma senza cantare realmente, soltanto mimando le strofe della canzone scelta da un database predefinito.

Gli utenti accompagnano la performance con balletti, smorfie ed effetti speciali personalizzando i loro video.

caratteristiche-tiktok

L’utilità di Marketing

Non è solo una questione di target: fare marketing su TikTok permette di comunicare e conoscere meglio i consumatori del futuro.

Ogni profilo, infatti, è come un canale TV dove vengono pubblicati video che raccontano gli interessi di una persona. In questo contesto si vanno a inserire i vari brand e le aziende che, con metodi e strategie differenti, cercano di attirare l’attenzione degli utenti di questa nuova app.

Brand come Chipotle, Sony Pictures, Universal Pictures, Too Faced, Guess, sono sbarcati su TikTok sia direttamente che attraverso attività di influencer marketing, traendone subito benefici in termini di awareness.

TikTok inoltre sta sperimentando tipologie diverse di adv da circa un anno, sia negli Stati Uniti che in Europa, per consolidare la propria piattaforma di advertising prima di andare a contendersi a livello globale le entrate pubblicitarie di competitor diretti come Snapchat e poi, perché no, di giganti quali Instagram e Facebook.

Concludendo…

È arrivato il momento di integrare TikTok all’interno delle strategie di marketing e non soltanto perché è tra le app più scaricate su Play Store e Apple Store. È infatti un social media che ci aiuterà a conoscere meglio gusti ed esigenze dei consumatori di domani: una generazione creativa, molto sensibile, in cerca di ispirazione e intrattenimento costante.

I brand iniziano quindi ad avvicinarsi ai TikTokers per la propria comunicazione, ma in un mondo tanto nuovo e in continua evoluzione, avvicinarsi a quelli giusti non è così semplice.

O meglio, non lo era fino all’arrivo di TikAnalytics; il nuovo tool firmato Vidoser in grado di fornire migliaia di informazioni relative a utenti e trend, come engagement rate, hashtag e challenge di tendenza, e grafici per un quadro completo delle attività.

Uno strumento davvero utile per brand e marketers che, come è giusto che sia, vogliono tenersi al passo con i tempi.